Le 10 cose che tutte le pallavoliste sanno

Diventiamo una famiglia.

Amiamo il nostro sport.

Ovviamente non posso dire che la pallavolo sia lo sport migliore del mondo, o che sia il più interessante da guardare, o che sia quello che insegna di più in termini di gioco di squadra… Chiaramente però lo penso. Perché noi pallavoliste, come qualsiasi altro atleta, siamo orgogliose di ciò che facciamo. Non importa per quale squadra giochiamo, chiunque giochi a pallavolo capisce benissimo determinate sfide e successi che sono alla base di ciò che significa essere un giocatore di squadra.

1. Bruciature. Bruciature ovunque.

Ok, se non giochi a pallavolo, so a cosa stai pensando. “E allora?”. Te lo giuro, quando il tuo migliore amico è il pavimento e la tua attività preferita è buttarti, le bruciature hanno un certo peso. Diventano il tuo stesso corpo. Gomiti, ginocchia, mani. Le hai ovunque. Non proprio il massimo.

2. Lo stereotipo del “culo perfetto”.

“Ah, giochi a pallavolo? Devi avere un gran bel culo allora!” – Questa è una delle ragioni per cui nessuno prende sul serio la pallavolo. Se vai a una partita solo per vedere ragazze in pantaloncini cortissimi, piuttosto lascia stare. Fidati, sappiamo se sei lì per fare il tifo o per guardarci e basta. I pantaloncini fanno semplicemente parte della divisa; non li indossiamo per metterci in mostra. E siamo abbastanza stufe di questa storia.

3. Il sostegno della squadra.

Che si vinca o che si perda, ci sosteniamo a vicenda. Dopo ogni giocata, a prescindere se abbiamo fatto punto noi o meno, ci stringiamo e ci mostriamo a vicenda che abbiamo fiducia in noi stesse. Se siamo in panchina, non smettiamo un attimo di fare il tifo. Siamo sempre orgogliose l’una dell’altra e ci teniamo sempre su di morale.

4. Quella che fa le trecce.

Prima di ogni partita, c’è sempre quella che sa fare bene le trecce e tutta la squadra si fa fare i capelli da lei. Questo esemplare di esperta delle trecce si trova solitamente in ginocchio su un sedile del bus o del pulmino oppure in piedi.

5. La paura del “MIA!”.

Questo è uno strano fenomeno abbastanza evidente in molte partite e per molte squadre. Quando una persona chiama la palla, di solito con “mia”, tutte le altre DEVONO SCANSARSI. È come se all’improvviso la palla diventasse radioattiva e tutte ne avessero una paura boia. È divertente da vedere, ma è una reazione del tutto naturale.

6. L’odio per le magliette bianche.

Di solito, quando ci sono magliette di due colori diversi, una di queste è bianca. Una meraviglia. Si sporcano, diventano sudaticce e si vede tutto. Ma visto che abbiamo una divisa per le partite in casa e una per quelle in trasferta, l’unica domanda è questa: dove ci mettiamo le magliette bianche? Scusa, libero, ma siamo tutte contro una.

7. L’eterno bisogno di ginocchiere nuove.

Se giochi molto in difesa, sai benissimo di cosa sto parlando. Per chi non gioca, questa potrebbe sembrare una stupidaggine, ma giuro che è molto più di questo. Quando ti butti per una palla, conti sulle tue ginocchiere per smorzare la botta. Quando sono rovinate e l’imbottitura è andata, non hai più quella sicurezza.

8. Pensavi che la palla fosse fuori? E invece.

Una delle sensazioni peggiori quando sei in difesa è quando urli “Fuori!” – peccato che la palla fosse dentro. È ancora peggio quando te ne rendi conto un millisecondo prima che caschi. È un errore banale e ti fa sentire stupida, ma prima o poi capita a tutte. 

9. “Sei centrale per caso?”

Nella maggior parte delle squadre, ci sono una o due giocatrici che sono mooolto più alte delle compagne. Quasi sicuramente, sono i centrali. È quasi come un gioco quando entri in palestra: trova il centrale!

10. La famiglia che ti crei.

In questo sport, le tue compagne diventano la tua famiglia. E non solo in campo. Ti vogliono bene e si prendono cura di te al di fuori degli allenamenti e delle partite e tutta la squadra condivide questo legame speciale che, personalmente, non ho mai visto crearsi al di fuori della pallavolo. Crediamo l’una nell’altra e sappiamo che, a prescindere da tutto, la pallavolo farà sempre parte delle nostre vite.

Fonti

Traduzione e adattamento: Naomi Alboino

Articolo originale: 10 Things You Know if You Play Volleyball, pubblicato il 26/09/2016 su Odyssey e reperibile al seguente link:
https://www.theodysseyonline.com/10-things-play-volleyball

Tutti i contenuti tradotti in questo sito sono e rimangono di proprietà dei rispettivi autori e si intendono tradotti come tali ai soli scopi di divulgazione e informazione.

Potrebbe interessarti anche:

Razzismo sugli spalti: neanche la pallavolo si salva

Cosa ricorderanno di te le tue compagne di squadra tra 10 anni?

Che giocatore di pallavolo sei?

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *