Maximilian Schachmann convince di nuovo

Mathieu Van der Poel si è aggiudicato la classica Amstel Gold Race. Con un ottimo quinto posto, Maximilian Schachmann ha confermato le buone impressioni destate dai corridori tedeschi nelle ultime settimane.

Un solido quinto posto in una gara conclusasi in volata

Nonostante una strategia di gara sbagliata, il corridore tedesco Maximilian Schachmann ha venduto cara la pelle alla Amstel Gold Race. Il 25enne del Team Bora-hansgrohe ha terminato con un ottimo quinto posto la corsa svoltasi il giorno di Pasqua. Dopo un finale serrato e avvincente, la gara si è conclusa con l’acclamata vittoria dell’olandese Mathieu van der Poel .

“Questa è stata la mia terza classica con un tale chilometraggio e l’ho vissuta da protagonista, per questo non posso non essere soddisfatto”, ha dichiarato Schachmann, che ha però adottato una strategia di gara sbagliata. “Se fossi rimasto in gruppo, avrei potuto fare una grande volata. Bisogna prendere delle decisioni, e oggi la mia non si è rivelata giusta.”

Durante il giro finale, Schachmann ha inseguito a lungo in solitaria la coppia di testa composta dal francese Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick-Step) e dal danese Jakob Fuglsang (Astana), consumando così molte energie. Nell’ultimo dei 265,7 km della classica con partenza da Maastricht e arrivo a Berg en Terblijt, il gruppo di Mathieu van der Poel ha prima raggiunto Schachmann, per poi riprendere anche Fuglsang e Alaphilippe, vincitore della Milano-Sanremo, che hanno sprecato il loro ampio vantaggio studiandosi a vicenda.

La gara si è decisa in volata negli ultimi metri. Il primo posto è andato a van der Poel, primo olandese a conquistare l’Amstel Gold Race dopo Erik Dekker nel 2001. L’australiano Simon Clarke (EF Education First-Drapac) e Fuglsang si sono classificati rispettivamente secondo e terzo. Neanche Schachmann ha potuto nulla contro van der Poel ed è giunto sfinito al traguardo.

Mathieu van der Poel si aggiudica l’Amstel Gold Race in volata. Foto: dpa

Con questo buon piazzamento, Schachmann ha confermato l’ottima forma mostrata nelle ultime settimane vincendo, tra l’altro, tre tappe al Giro dei Paesi Baschi.

Tra i corridori tedeschi che in passato si sono aggiudicati la Amstel Gold Race figurano i velocisti Olaf Ludwig e Erik Zabel, rispettivamente vincitori nel 1992 e nel 2000, e Stefan Schumacher nel 2007.

L’Amstel Gold Race ha segnato l’inizio della settimana delle Ardenne, che è proseguita lo scorso mercoledì con la Freccia Vallone e si concluderà questa domenica con la Liegi-Bastogne-Liegi.

Traduzione di Mattia Brizzi dell’articolo “Schachmann überzeugt abermals”, pubblicato su www.faz.net.
Link all’originale: https://www.faz.net/aktuell/sport/mehr-sport/schachmann-ueberzeugt-beim-amstel-gold-race-abermals-16151553.html#void

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *