Nel Campionato Rallycross ha inizio il “Projekt E”

IMG, promotore del Campionato del mondo Rallycross, ha lanciato il “Projekt E” per introdurre veicoli elettrici nella categoria.

“Projekt E” prevede di far gareggiare i veicoli elettrici nello stesso fine settimana delle supercar tradizionali. In questo modo, IMG vuole garantire la realizzazione dell’obiettivo posto dalla FIA di organizzare il Campionato del mondo Rallycross con veicoli elettrici a partire dal 2021. Questo nuovo format del weekend permetterà agli appassionati di rallycross di assistere a competizioni sia con i convenzionali motori a combustione interna, sia con propulsori elettrici e uno sguardo al futuro dei veicoli di serie.

“Nel 2017 IMG aveva già garantito l’introduzione dell’elettrico nel weekend del Campionato del mondo Rallycross. Ora possiamo confermare la nostra intenzione di centrare questo obiettivo”, ha spiegato Torben Olsen, manager di IMG. “Il nostro intento è quello di presentare entro il 2021 le ultime novità e tecnologie in materia di mobilità futura in un ambito competitivo come il rallycross, con vetture di derivazione a cui i consumatori possano fare riferimento. Per quanto riguarda la strategia per l’introduzione dei veicoli elettrici nel rallycross, abbiamo avuto colloqui con diversi produttori per quasi due anni. Alla fine, tuttavia, si è scoperto che non c’erano ancora i numeri sufficienti per un campionato del mondo completamente elettrico. Nonostante ciò, riteniamo che ‘Projekt E’ sia un passo avanti positivo per mantenere la nostra promessa. Con ‘Projekt E’ potremo sfruttare le nuove tecnologie e dimostrare che le auto elettriche possono essere veloci e divertenti”.

Potrebbero interessarti anche:

Missione compiuta: Tony Cairoli vince la gara d’esordio della MXGP

Un nuovo nome per il DTM: un tema molto delicato

Fonti

Traduzione di Francesca Scapecchi dell’articolo Rallycross-Vermarkter IMG startet «Projekt E» di Toni Hoffmann, pubblicato su Speedweek.com il 03/04/2019

Link all’originale: https://bit.ly/2D6a2da

Tutti i contenuti tradotti in questo sito sono e rimangono di proprietà dei rispettivi autori e si intendono tradotti come tali ai soli scopi di divulgazione e informazione.
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *