30 brevi curiosità sui circuiti di Formula 1

Dal 1950 la Formula 1 infiamma milioni di appassionati, e la prossima stagione sarà una tra le più lunghe: 21 Gran Premi, come nel 2016 e nel 2018, e la tendenza è in aumento. A medio termine, infatti, l’azionista di maggioranza della Formula 1 prevede di ampliare il programma a 25 gare. Tutto questo ci dà la grande opportunità di rivelarvi 30 curiosità riguardanti i circuiti di Formula 1. Unitevi a noi in questo piccolo tour mondiale e rimanete a bocca aperta!

Il tracciato più antico – Il primo round dell’allora nascente Campionato del Mondo di Formula 1 si svolse il 13 maggio 1950 a Silverstone (Inghilterra). La pista più antica ancora oggi in uso in Formula 1 è Monza, inaugurata nel 1922.

Il tracciato più recente – Azerbaigian. Il circuito cittadino è in uso dal 2016.

La pista col maggior numero di Gran Premi – Nessun altro circuito di Formula 1 ha ospitato più gare dell’Autodromo Nazionale di Monza, ovvero 68. Solo nel 1980 il Gran Premio d’Italia si dovette tenere a Imola, perché Monza era in ristrutturazione.

Il circuito più breve – Monaco, con una lunghezza di 3,145 km (1955-1972).

Il circuito più lungo – Un giro a Pescara, dove si corse nel 1957, era lungo ben 25.579 km!

Il circuito più lungo attualmente in uso – Spa-Francorchamps, 7.004 km.

Il dislivello maggiore – Ancora Spa-Francorchamps, 102 metri.

Il dislivello minore – Sochi, in Russia, con 1,9 metri.

La gara più breve – Ad Adelaide nel 1991 la gara dovette essere fermata dopo poco più di 24 minuti, perché le piogge torrenziali avevano causato diversi incidenti.

La gara più lunga – In Canada nel 2011 i commentatori televisivi dovettero lavorare sodo. A causa del maltempo la gara fu sospesa per quasi due ore, durando infine 4 ore, 4 minuti e 39 secondi. Jenson Button riuscì a superare Sebastian Vettel poco prima della fine. L’inglese è stato il primo pilota a vincere un Gran Premio con sei soste ai box. E anche il primo ad arrivare a vincere dopo essere stato ultimo a metà gara.

Il Gran Premio del Canada 2011 fu funestato da piogge torrenziali che richiesero l’intervento della safety car per ben sei volte. Credits: Racefans.net

La distanza più lunga mai percorsa – Dal 1951 al 1960 la 500 Miglia di Indianapolis valeva per il Campionato del Mondo di Formula 1. 500 miglia corrispondono a 804.872 km. Tuttavia, questa gara non viene considerata dalla maggior parte degli statistici. Quindi, ufficialmente la distanza più lunga mai percorsa è quella del GP di Francia del 1951 a Reims (601.808 km).

La gara con la media oraria più alta – Michael Schumacher vinse il GP d’Italia 2003 a Monza su Ferrari con una media di 247,585 km/h.

Il tracciato più settentrionale – Avreste scommesso su Montreal? E invece è Silverstone.

Il tracciato più meridionale – Melbourne, nel sud dell’Australia.

Il tracciato più occidentale – L’Autódromo Hermanos Rodríguez a Città del Messico.

Il tracciato più orientale – Melbourne è leggermente più a est di Suzuka.

Il circuito con più curve – A Singapore i piloti hanno molto lavoro da fare, dovendo affrontare 23 curve.

Il circuito con meno curve – Indianapolis, con quattro curve. Tra i circuiti attuali è il Red Bull Ring, con dieci.

Il Gran Premio più “anticipato” – Nel 1965 a East London e nel 1968 a Kyalami, il Gran Premio del Sudafrica fu disputato il 1° gennaio!

Il Gran Premio più “tardivo” – Si svolse il 29 dicembre 1962 a East London, in Sudafrica.

L’arrivo al fotofinish di Gethin, Peterson e Cévert. Credits: F1sport.it

Il finale di gara con minor distacco – Il britannico Peter Gethin conquistò la vittoria a Monza nel 1971 con la sua BRM, con un vantaggio di un centesimo di secondo sullo svedese Ronnie Peterson.

L’ultimo Gran Premio non disputato di domenica – Il Gran Premio del Sudafrica 1985 a Kyalami si tenne il sabato.

L’ultimo Gran Premio non disputato di sabato o di domenica – Il Gran Premio di Spagna del 1972 si tenne il lunedì.

Il circuito che ha ospitato più spesso la prima gara del campionato – Nel 2019 il campionato inizierà all’Albert Park di Melbourne per la 22° volta.

Il Paese con il maggior numero di piste – Negli Stati Uniti le gare del Campionato di Formula 1 sono state corse su dieci piste diverse: Austin, Dallas, Detroit, Indianapolis, Las Vegas, Long Beach, Phoenix, Riverside, Sebring e Watkins Glen.

L’inizio di stagione più tardivo – Il campionato 1951 iniziò il 27 maggio sul circuito cittadino di Bremgarten (Svizzera).

La gara con il minor numero di giri – Il 1° agosto 1971 la gara al Nürburgring terminò dopo dodici giri, con Jackie Stewart in testa.

La pista più bassa – Secondo il sito ufficiale della Formula 1, la pista del Bahrain si trova a -16 metri sul livello del mare. Abbiamo però qualche perplessità a riguardo.

La pista più alta – Il tracciato di Città del Messico si trova a 2250 metri sul livello del mare.

La distanza maggiore tra due gare di Formula 1 nello stesso Paese – 24 anni in Portogallo; dal 1960 (Porto) al 1984 (Estoril).

Potrebbero interessarti anche:

Cinque giovani promesse da tenere d’occhio nel Campionato MotoGP 2019

Da anomalia ad attrazione: le tribune dell’autostrada di Berlino

Fonti

Traduzione di Francesca Scapecchi dell’articolo History: 30 Superlative zu den Formel-1-Rennstrecken di Mathias Brunner, pubblicato su Speedweek.com il 9/01/2019

Link all’originale: https://bit.ly/2tqt9tx

Tutti i contenuti tradotti in questo sito sono e rimangono di proprietà dei rispettivi autori e si intendono tradotti come tali ai soli scopi di divulgazione e informazione.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *