Alla ragazza che indossa la mia maglietta

Ora che indossi la mia maglietta, ecco cosa vorrei dirti.

Alla ragazza che indossa la mia maglietta,

per un atleta, una maglietta con un numero è molto più di un indumento da indossare durante una partita. Per un atleta, rappresenta qualcosa di più.

Uno dei momenti più tristi della carriera di uno sportivo è quello in cui deve voltare pagina nella vita e lasciare quella maglietta a qualcun altro. La abbandona in uno scatolone per un paio di mesi dopo la laurea, finché non arriva un altro atleta e quella maglietta diventa sua. Ecco quindi alcune cose che vorrei dire alla ragazza che ora indossa la mia maglietta.

Spero che tu ce la stia mettendo tutta, che ti stia allenando ore in più oltre agli allenamenti e che stia dando il 110% in qualunque cosa tu stia facendo. Goditi questo periodo, perché presto finirà. Finirà in un batter d’occhio e, prima che te ne accorga, dovrai lasciare la tua maglietta proprio come ho fatto io. Quindi goditi ogni momento. Quando indossavo quella maglietta, pensavo che le partite e gli allenamenti sarebbero andati avanti per sempre, finché non mi sono avvicinata alla fine.

La maglietta che indossi ne ha passate davvero tante. Partite vinte una dopo l’altra, sconfitte che mi hanno spezzato il cuore, rimonte spettacolari, vittorie schiaccianti. Porta con sé i ricordi di tutti quegli anni passati con le mie compagne di squadra. Le lunghe trasferte in pulmino, i riti pre-partita. Quando andavamo a mangiare fuori e la sporcavo di cibo, quando mi asciugava le lacrime dopo una dolorosa sconfitta. La maglietta che hai tu ora mi ha letteralmente vista versare sangue, sudore e lacrime. È stata testimone di tutto l’impegno che ho messo in campo. Ho conosciuto così tante persone diverse e meravigliose mentre indossavo quella maglietta. Ho giocato per allenatori che mi hanno mostrato prospettive di gioco di cui non mi ero mai accorta prima. Sono stata in piccoli paesi, grandi città, spiagge stupende e altri luoghi che mai avrei pensato di vedere. Quando indossi quella maglietta, è tutto così emozionante. Conosci persone nuove, impari cose nuove e viaggi, vedendo posti che mai avresti pensato di visitare.

La maglietta che indossi ha un significato speciale per me, perché l’ho scelta per un motivo e l’ho indossata per così tanti anni. Ho scelto il numero sulla maglietta perché ha una sua storia, come il numero di tutti gli atleti. Una ragione potrebbe essere semplicemente che quel numero è stato scelto per te e poi ti è iniziato a piacere, oppure che era il numero del tuo idolo, quindi l’hai scelto anche tu. O forse era il numero di un membro della famiglia e tu hai deciso di continuare la tradizione. A prescindere dal passato, tocca a te aggiungere la tua storia alla maglietta.

Sii una leggenda. La verità è che, a volte, quando qualcuno penserà alla maglietta che indossi, penserà alle persone che l’hanno indossata prima di te. Penserà a come giocavano quelle prima di te. Ma tutto questo cambierà. Verrai aggiunta alla storia e alla tradizione. È arrivato il momento di creare la tua propria storia e di farti un nome. Si tratta di convincere gli altri che chiunque indosserà quel numero sarà grande quanto la persona che l’ha indossato prima. Gioca al meglio delle tue capacità e impegnati ogni singolo giorno per essere migliore della prossima ragazza. Gioca col cuore, sii umile e non mancare mai di rispetto alla tradizione, alla squadra o all’organizzazione di cui fai parte.

Per finire, non giocare solo per te stessa. Gioca per il nome scritto davanti più che per quello dietro. Gioca per tutti coloro che ti hanno portata dove sei adesso. Gioca per chi non ha la possibilità di praticare lo sport che ami. Gioca per la bambina che ti guarda. Gioca per tutte coloro che hanno indossato quella maglietta prima di te.

E soprattutto, sii te stessa, crea la tua storia e resta umile.

Fonti

Traduzione: Naomi Alboino

Articolo originale: To The Girl Who Wears My Jersey, Caroline Showalter, pubblicato il 19/02/2017 su Odyssey e reperibile al seguente link: https://www.theodysseyonline.com/to-the-girl-who-wears-my-jersey

Tutti i contenuti tradotti in questo sito sono e rimangono di proprietà dei rispettivi autori e si intendono tradotti come tali ai soli scopi di divulgazione e informazione.
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *