Cinque giovani promesse da tenere d’occhio nel Campionato MotoGP 2019

Talentuosi, veloci e affamati di vittoria. Queste sono le caratteristiche dei cinque giovani e promettenti piloti che meritano una menzione speciale per la prossima stagione di MotoGP

Chiunque abbia seguito i mondiali di Moto2 e Moto3 durante la stagione 2018, che si è appena conclusa, avrà notato che c’è una nutrita schiera di piloti che lottano per riuscire ad arrivare alla vetta di questo sport.

Con un numero così grande di ragazzi forti all’orizzonte, scegliere a chi rivolgere la propria attenzione è un’ardua sfida. Per facilitarvi il compito, abbiamo selezionato cinque promesse che sono destinate a lasciare il segno nel 2019.

Can Öncü

Categoria: Moto3

Nazionalità: turca

Età: 15 anni (all’inizio della stagione 2019)

Questo giovane e talentuoso pilota turco sembra essere uno dei favoriti: stiamo parlando del vincitore del campionato di MotoGP Red Bull Rookies Cup 2018. Can si prepara ora per competere nel campionato mondiale di Moto3, nel team Red Bull KTM Ajo, a soli 15 anni.

Öncü è destinato a fare storia: grazie al suo debutto in Moto3 durante il finale di stagione di Valencia, dove ha corso come wilddcard, è diventato il pilota amatore più giovane a vincere in questa categoria. È un dono di famiglia: suo fratello gemello, Deniz, è il vicecampione della Rookies Cup e l’anno prossimo si dividerà fra questo mondiale e il CEV Moto3 Junior World Championship, prima di affrontare il possibile passaggio ad un’altra categoria.

Öncü riuscirà a bissare il successo di Jorge Martín, fresco Campione del Mondo di Moto3, e ad aggiungere un ulteriore titolo iridato oltre a quello della Rookies Cup?

 

Joan Mir

Categoria: MotoGP

Nazionalità: spagnola

Età: 21 anni

Dopo aver vinto una gara durante la sua prima stagione in Moto3, nel 2016, il promettente maiorchino si è laureato Campione del Mondo nel 2017 sbaragliando la concorrenza, e durante una sola stagione nella categoria intermedia (Moto2), è riuscito a collezionare 4 podi. Tuttavia Mir non si ferma qui e farà il salto alla classe regina nel 2019.

Replica la traiettoria professionale di un altro spagnolo, Maverick Viñales, che gareggiò soltanto un anno in Moto2 dopo aver vinto il titolo in Moto3, per poi passare in MotoGP con il team Suzuki, lo stesso che ha ingaggiato Mir per la prossima stagione.

Anche il team Honda aveva mostrato interesse per il giovane, che ha però preferito optare per i giapponesi di Suzuki. Riuscirà nell’impresa di sfidare i suoi connazionali Marc Márquez, Jorge Lorenzo e Maverick Viñales al suo debutto in classe regina? Siamo impazienti di assistere alle sue prodezze in pista.

 

Dennis Foggia

Categoria: Moto3

Nazionalità: italiana

Età: 18 anni

Il pilota romano Dennis Foggia compirà 18 anni durante la pre-season ed è uno dei campioni sfornati dall’Academy di Valentino Rossi: il suo team, la VR46, ha appena festeggiato il primo Mondiale grazie al titolo di Pecco Bagnaia in Moto2.

Foggia ha vinto il prestigioso Campionato del Mondo Junior di Moto3 nel 2017, e durante il suo debutto nel Mondiale di Moto3 del 2018 ha ottenuto un podio nel finale di stagione. Le aspettative sono alte: sotto l’ala del Dottore, 9 volte Campione del Mondo, riuscirà il giovane Foggia a fare strage di podi?

 

Albert Arenas

Categoria: Moto3

Nazionalità: spagnola

Età: 22 anni

Quando si accenderanno i semafori in Qatar, Albert Arenas avrà già compiuto 22 anni e dovrà fare tesoro della sua esperienza per dimostrare che il gioco vale la candela. È vero, forse non è più da annoverare fra i giovanissimi, ma il suo trascorso in Moto3 non è sempre stato rose e fiori e non ha potuto mostrare le sue qualità fino al 2018.

Durante l’ultima stagione, con un KTM più buona, Arenas ha ottenuto due vittorie e ha dato prova delle sue abilità. Se riesce a seguire questa scia anche nel 2019, diventerà uno degli aspiranti al titolo e poi sarà pronto per passare in Moto2.

 

Raúl Fernández

Categoria: Moto3

Nazionalità: spagnola

Età: 18 anni

Fernández sarà il compagno di Arenas nel team Angel Nieto Moto3 nel 2019, e durante tutte le gare che ha disputato come wildcard, nel 2018, ha dimostrato di possedere un gran talento per correre permanentemente nel Mondiale. Lo spagnolo di Madrid non viene a mani vuote: è già detentore del titolo nel Campionato Junior di Moto3. Lì ha avuto modo di dimostrare che ha tutte le carte in regola per saper gestire la pressione, fondamentale in questo sport.

 

Fonti

Traduzione di Benedetta Arsuffi dell’articolo Cinco jóvenes promesas a tener en cuenta en MotoGP en 2019, pubblicato su Redbull.com il 15/11/2018

Link all’originale: https://www.redbull.com/es-es/cinco-j%C3%B3venes-promesas-a-seguir-en-motogp-en-2015 

Tutti i contenuti tradotti in questo sito sono e rimangono di proprietà dei rispettivi autori e si intendono tradotti come tali ai soli scopi di divulgazione e informazione.

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *