Tutto sul Bellator 211 Genova: risultati, video, interviste

Nel pomeriggio di sabato 1 dicembre, al RDS Stadium di Genova si è svolto il Bellator 211 con il prestige fight della gabbia ‘Sakara vs Kauppinen’. Il sito dedicato alle arti marziali miste, MMA Mania, riassume in questo articolo post-combattimento tutti i risultati e le interviste di un evento in cui Sakara e Kauppinen hanno fatto scintille! 

Lo scorso sabato pomeriggio, dal RDS Stadium di Genova è andato in onda il Bellator 211: “Sakara vs Kauppinen”. Una location pittoresca per una serata di scazzottate memorabili.

Nei pesi mediomassimi, la star locale Alessio Sakara (23-12, 2 NC) era pronta a combattere contro l’artista del K.O. inglese Kent Kauppinen (10-4). La folla cantava quando Sakara ha fatto il suo ingresso e un boato ha segnato l’inizio del match ma un mancino lo ha steso a un minuto e dieci secondi dal gong, zittendo il suo pubblico, che poi ha applaudito educatamente.

Ti potrebbe interessare

Intervista ad Alessio Sakara: dalla gabbia al grande schermo. “Daje sempre”

Il veterano della Kickboxing Hesdy Gerges ha avuto l’opportunità di mettere in mostra le sue rinnovate capacità al suo debutto nelle MMA Pro contro l’imbattuto peso massimo Domingos Barros (5-0) nel co-main event.

Sfortunatamente, Gerges è riuscito a resistere solo a un takedown e quando Barros al secondo tentativo lo ha preso, è passato presto dal manico alla lama del coltello. Una mezza guardia ha portato a una crucifix mount, che a sua volta ha portato a una valanga di colpi inermi alla testa che hanno spinto Todd Anderson a fermare l’incontro a 2:53 del primo round e salvare Gerges.

Barros ha abbracciato l’avversario e gli alzato la mano in segno di rispetto prima di bersi una bottiglia di Le Chimin du Roi come premio post-match, forse un omaggio di Curtis “50 Cent” Jackson.

Anche i poco noti pesi welter hanno avuto la loro parte nel programma in quanto Kiefer Crosbie (4-0) si è imposto su Orlando D’Ambrosio (7-3). Crosbie ha usato calci per tenere l’avversario a distanza, clinch per metterlo alle corde e takedown per evitare che D’Ambrosio potesse a sua volta attaccarlo. Il suo colpo migliore è arrivato alla fine del primo round.

Quando Crosbie ha rallentato e D’Ambrosio ha messo a segno una bella combo nel terzo round, era ormai troppo tardi. Crosbie ha ottenuto un punteggio di 30-27 da tutti e tre i giudici, salendo a quota 5-0.

L’immacolato Alen Amedowski (7-0) era alla ricerca di un’altra vittoria al primo o secondo round contro il debuttante al Bellator Ibrahim Mane (7-1). Gli sono bastati 12 secondi per far cadere privo di conoscenza Mane con un destro e aggiungere una vittoria al suo curriculum.

La fine prematura ha lasciato un sacco di tempo per parlare a Amedovski, che poi ha dichiarato a “Big” John McCarthy.

“Sono così felice. Felice, davvero felice. Vi voglio bene ragazzi, grazie mille, grazie Italia, grazie Macedonia”

Nella Card c’era anche un incontro dei pesi leggeri tra Luca Vitali (11-4) e Pedro Carvalho (8-3). Carvalho è subentrato a Luka Jelcic con 10 giorni di preavviso e si è rivelata una saggia decisione perché ha sottomesso Vitali con una flying guillotine in soli 43 secondi. Si è lasciato un po’ andare con McCarthy dopo il breve incontro:

“Beh, questa mossa di sottomissione mi è riuscita un sacco di volte in palestra. Non mi sembrava neanche di dare il 100% ma poi ho visto che non riusciva a liberarsi. Ho pensato “Continuando così gli staccherò la testa”. Quindi, sì, al momento sono il migliore del mondo. Dimostro che sono il migliore incontro dopo incontro, non dico cazzate. 65 kg, 70 kg…lo dimostro e basta. Grazie. Vado per i 65 kg e darò una bella ripulita alla categoria dei pesi piuma.”

Fonti

Traduzione e adattamento di Claudia Bondi

Articolo originale: Bellator 211 “Sakara vs Kauppinen” recap with results, gifs and interviews

Link all’originale: https://www.mmamania.com/2018/12/1/17957316/bellator-211-sakara-vs-kauppinen-recap-with-results-gifs-and-interviews-mma

Ti potrebbe interessare

Russia, il re delle MMA di quartiere è un nerd

Ensenada: vincono Riguccini e Meraz; l’italiano è campione mondiale Silver WBC

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *