“Schiacciamo” la violenza di genere

Le abbiamo viste vincere, le abbiamo viste perdere con onore, ci hanno fatto emozionare, hanno fatto parlare di pallavolo mezza Italia. Oggi le vediamo scendere in campo per una partita ancora più importante, che riguarda tutti noi: la campagna per contrastare la violenza nei confronti delle donne.

L’immagine simbolo della campagna della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Cristina Chirichella e Paola Egonu, in rappresentanza della nazionale italiana di pallavolo, diventano attrici per un giorno in uno spot voluto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Accanto a loro anche Alessia Populini, Marina Lubian, Sylvia Nwakalor e Oghosasere Omoruyi, giovani promesse del Club Italia. Il PalaIgor, fortino della Igor Volley Novara, ha dunque aperto le sue porte e i suoi spalti per lanciare un messaggio forte di solidarietà, incoraggiando le vittime della violenza di genere a denunciare i soprusi subiti e a fare rete, perché “per alcune donne avere una squadra è tutto”.

La Roma Volley di Serie A2 contro la violenza di genere

Da nord a sud, la pallavolo italiana è protagonista di questa importante battaglia con numerose iniziative simboliche e di grande impatto. Ad esempio, sabato 24 e domenica 25 novembre il Comitato FIPAV Lazio ha invitato le squadre locali ad esporre oggetti, striscioni, decorazioni e fiori di colore rosso, simbolo della lotta alla violenza sulle donne. La Roma Volley, squadra maschile che milita nel campionato di A2, non si tira indietro: tra le altre iniziative, le spettatrici saranno ospiti della società durante la partita di oggi domenica 25 contro Potenza Picena, e durante la gara i giocatori e lo staff porteranno una fascia rossa e un segno di rossetto sul viso.

Allo stesso modo, la pallavolo pugliese ha organizzato dal 19 al 25 novembre un’intera settimana di celebrazioni e di riflessioni, in particolare per ricordare l’arbitro tarantino Federica De Luca e il figlio Andrea, vittime di una violenza domestica consumatasi due anni fa. Su tutti i campi pugliesi di ogni categoria verrà osservato un minuto di silenzio e i capitani delle squadre, al momento del saluto iniziale, si scambieranno sotto rete un palloncino rosso o una rosa bianca. Più a Nord, in occasione della partita contro Prata Pordenone, i giocatori del Cuneo Volley indosseranno delle pettorine su cui si legge il messaggio “Giù le mani dalle donne” e condivideranno alcuni pensieri contro la violenza di genere.

Grazie alle performance coinvolgenti delle nostre due nazionali in occasione dei recenti campionati del mondo, la pallavolo sta acquisendo sempre più visibilità in Italia e pare proprio che la stia sfruttando nel modo giusto. La nazionale femminile in particolare ha fatto tanto parlare di sé, e non solo per gli incredibili risultati raggiunti. Infatti, la giovanissima squadra di Davide Mazzanti (23 anni in media) – oltre a sfiorare l’oro in un’emozionante e combattutissima finale contro la Serbia – è in qualche modo diventata il simbolo di un’Italia che sta cambiando, un’Italia fresca, moderna, multietnica.

Cristiano Ronaldo con il segno di rossetto contro la violenza sulle donne. Foto: Diretta Goal

Questa è la pallavolo che ci piace, una pallavolo che si sta creando spazio mediatico a suon di vittorie e che sfrutta la sua popolarità crescente per una giusta causa. È un tipo di sport che va oltre gli sponsor, oltre la fama, oltre la competizione, per mettersi al servizio del sociale e della gente. Perché lo sport deve essere prima di tutto inclusione, solidarietà e rispetto. Siamo orgogliosi di vedere lo Sport Italiano mobilitato e unito per dire Basta alla violenza di genere: dalla pallavolo al rugby, dal calcio al nuoto, le iniziative a favore di questa campagna colorano gli stadi, i palazzetti, i campi di tutte le categorie e di tutti i livelli, perché quando si tratta di diritti umani non esistono classifiche e nessuno può permettersi di rimanere in panchina.

Fonti

Autrice: Isabella Lega

Corriere di Novara

Violenza sulle donne, il volley dice no

Corriere dello Sport

http://www.corrieredellosport.it/news/volley/2018/11/22-50235439/volley_la_pallavolo_laziale_dice_no_alla_violenza_sulle_donne/

http://www.corrieredellosport.it/news/altri-sport/nuoto/2018/11/24-50284714/federica_pellegrini_contro_la_violenza_sulle_donne_denunciare_chi_maltratta/

Lega Palavolo Serie A

Roma Volley, “Un segno contro la violenza sulle donne”

Governo italiano – Presidenza del consiglio dei ministri

http://www.governo.it/articolo/la-violenza-sulle-donne-lapartitaditutti/10406

Puglia Positiva

http://www.pugliapositiva.it/page.php?id_art=8066&id_cat=13&id_sottocat1=0&id_sottocat2=0&t=contro-la-violenza-sulle-donne-eventi-della-pallavolo-pugliese

La Guida.it

Anche il Cuneo Volley dice “No” alla violenza contro le donne

Ansa.it Sport

http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2018/11/20/calcio-serie-a-da-un-rosso-alla-violenza-sulle-donne_fa8000a9-180f-4d0d-a6a8-ab877283f1a7.html

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *