La dura vita di un meccanico della NASCAR

Per gli appassionati e per i meccanici professionisti, lavorare in una squadra di NASCAR è una prospettiva emozionante. La scarica di adrenalina data dai pit-stop intensi e la soddisfazione di essere una delle ragioni principali del successo della squadra sono stati i sogni ad occhi aperti di moltissime persone nel corso degli anni. Ma com’è veramente essere un meccanico della NASCAR?

Tutto dipende da che giorno è, perché ogni giorno può riservare qualcosa di diverso. Non è sempre giornata di gara, poco ma sicuro. La maggior parte del tempo viene trascorsa nei box a preparare ogni dettaglio della vettura per il “grande evento”. I meccanici generalmente lavorano 12 ore al giorno, e possono lavorare anche sei giorni di fila per assicurarsi che tutto sia perfetto.

Credits: Auto Racing Review

Presentarsi ai box prima dell’alba è la norma. Anche se il motorsport è estremamente eccitante, veloce e comporta una grande quantità di comunicazione, nel garage possono passare ore prima che una parola venga pronunciata. Ognuno ha un lavoro specifico da fare, checklist da controllare, parti da smontare, sostituire, installare, ruotare e regolare. I meccanici esaminano ogni parte della vettura più e più volte, fino al giorno della gara.

I motori da qualifica e i motori da corsa vengono assemblati e collaudati, sostituiti e collaudati di nuovo. In un team NASCAR non troverete mai un meccanico pigro che ritiene di aver testato il motore a sufficienza prima del giorno della gara. Se qualcosa non sembra funzionare correttamente, l’intero processo deve ricominciare da capo. Qui non c’è spazio per gli errori, e non c’è spazio per un meccanico che si accontenta dell'”abbastanza bene”. Come una giuria che deve elaborare una sentenza, ogni membro del team deve essere sicuro al 100% che la vettura funzioni al massimo livello possibile di prestazioni. Tutti devono essere d’accordo. Ci sono 12 ore di preparazione prima che l’auto da corsa scenda dal rimorchio e arrivi il momento della verità. Quando quell’auto scenderà la pista, tutto ciò che i meccanici hanno fatto durante la settimana sarà messo alla prova.

Il giorno della gara, i meccanici dei team NASCAR sono responsabili della sostituzione dei motori, delle candele e di altre parti in base alle necessità, e del controllo e della regolazione della pressione dei pneumatici e del peso. Se l’auto ha problemi meccanici o rimane coinvolta in un incidente, devono essere effettuate valutazioni fulminee a cui seguono le eventuali riparazioni o regolazioni necessarie.

Credits: Reference.com

 

 

Il giorno della gara può essere intenso e molto stressante per un meccanico della NASCAR. Con alle spalle lunghe ore di lavoro per preparare la vettura durante la settimana precedente, molti meccanici combattono costantemente contro la fatica mentale. La resistenza e la capacità di prendere decisioni sotto pressione sono al primo posto nella lista delle qualità necessarie per questo lavoro.

Dopo la fine della gara, i meccanici del team NASCAR possono arrivare a firmare alcuni autografi, ma non arrivano mai a salire sul podio. Non sono quelli i cui nomi sono celebrati o quelli che vengono intervistati alla fine di una gara vittoriosa. Anche se fare il meccanico in NASCAR è un lavoro sicuramente entusiasmante, a volte può rivelarsi un’occupazione ingrata.

Molti hanno premuto perché le corse fossero riconosciute come sport di squadra in senso più ampio. Uno di questi è George Silbermann, direttore generale delle operazioni di corsa: “Ogni categoria della NASCAR è uno sport di squadra.”

Una giornata nella vita del meccanico del team NASCAR può essere riassunta in lunghe ore di duro lavoro. Insieme a questo, però, c’è anche la soddisfazione di essere riusciti a raggiungere il proprio obiettivo e il massimo livello possibile nel proprio campo.

Potrebbero interessarti anche:

Il gatto più famoso dell’automobilismo americano

Reportage: Il coraggio di mollare

Fonti

Traduzione di Francesca Scapecchi dell’articolo A Day in the Life of a NASCAR Pit Crew Mechanic pubblicato da Auto Mechanics School

Link all’originale: https://bit.ly/2TcqO0V

Tutti i contenuti tradotti in questo sito sono e rimangono di proprietà dei rispettivi autori e si intendono tradotti come tali ai soli scopi di divulgazione e informazione.

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *