21 frasi che le donne che praticano arti marziali sono stufe di sentirsi dire

Sì, posso farti a pezzi, e se non la smetti con questi inutili commenti sessisti lo farò.

Ho iniziato a praticare sport di combattimento a 23 anni. Nel picco della mia carriera, praticavo Ju jitsu brasiliano, Muay thai e boxe. Molte persone rimangono perplesse di fronte alle donne che fanno arti marziali: non capiscono perché una donna dovrebbe scegliere sport così aggressivi e quindi cominciano con una serie infinita di inutili domande e stupidi commenti. Ecco alcune frasi che mi sono sentita dire mentre mi allenavo e che sono certa che le donne che fanno arti marziali sono stufe di ascoltare.

1. Hai iniziato arti marziali perché anche il tuo ragazzo le pratica o le insegna?

Per qualche motivo, le persone non riescono a concepire il fatto che una donna possa praticare arti marziali senza che ci sia di mezzo un uomo. Quando ho iniziato ero single e non sono mai uscita con nessuno che avesse a che fare con una scuola di arti marziali. Non tutte le donne che frequentano una scuola di arti marziali sono lì per un uomo.

2. Potresti darmele di santa ragione, vero?

Prima di tutto, sì, quindi smetti di chiedermi queste stupidaggini. Ma, credimi, non mi alleno per trovare da dire con gente a caso. Mi alleno per me stessa, per tenermi in forma e sfogarmi.

 3. Potrei dartele anch’io, ma io non picchio le ragazze.

Già. Sono sicura che tu, uno che non sa neanche che cosa siano le arti marziali, possa tranquillamente battermi, anche se pratico più di uno sport di combattimento, e che l’unico motivo per cui non lo fai è perché sei troppo gentiluomo per colpire una donna. Come no.

4. I combattimenti tra donne sono eccitanti.

Frase tipica del burino alla sagra della porchetta con la canottiera bianca da muratore unta e bisunta. Innanzitutto spero che questa non fosse la tua migliore tecnica di abbordaggio. Secondariamente, direi proprio che non mi alleno per sembrarti eccitante. E se pensi che i combattimenti tra ragazze lo siano, è perché non le hai viste dopo l’allenamento di Ju jitsu sudate fradice e con i capelli arruffati. Ciaone.

5. Ah fai arti marziali? Che carina…

Come sei altezzoso… Non c’è niente di carino se ti prendo a calci.

6. Sei troppo bassa per picchiare le persone!

Fortunatamente, le arti marziali si basano sulla difesa personale. Ciò significa che le tecniche funzionano per atleti di ogni stazza. Mi piacerebbe dimostrartelo con una spazzata di Judo.

7. Beh, sono sicuro che i ragazzi che si allenano con te ci vanno piano.

Beh, nessuno vuole fare male ai propri compagni, quindi nessuno da il 100%. Ma chiedi pure al ragazzo che ho mandato al tappeto la settimana scorsa mentre ci allenavamo se ci stava andando piano con me.

8. Tutto bene a casa?

Domanda della collega o della compagna di studio preoccupata. Sì, ho un occhio nero e lividi grandi quanto impronte digitali su entrambe le braccia. No, il mio ragazzo non mi ha picchiata. Pratico solo arti marziali. Grazie per l’interessamento.

9. Perché non scegli un’attività che più si addice a una signorina, come la Zumba?

Moltissime persone mi hanno chiesto perché non scegliessi uno sport “meno pericoloso” o più “adatto a una donna”. Per prima cosa, ho riso. Poi ho chiesto loro perché la Zumba sarebbe più adatta alle donne rispetto alle arti marziali. Solo perché si tratta di uno sport fisicamente aggressivo non significa che non sia adatto.

10. Che cintura sei?

Chiariamoci subito: non tutte le arti marziali hanno le cinture. Se hai un amico che ne pratica una in cui si avanza di cintura in base al livello, chiedilo a lui. Ma se il tuo amico fa Muay thai, Krabi krabong, Jeet kune do o boxe, alzerà gli occhi al cielo e ti spiegherà per la centesima volta che non esistono le cinture.

11. Quindi colpisci gli oggetti?

Ancora, esistono tantissime discipline diverse e non tutte richiedono di colpire oggetti. Il Ju jitsu brasiliano si basa sul corpo a corpo, come il wrestling. Il Judo si basa su tecniche di proiezione, che consistono nel far cadere a terra l’avversario. Non è che le donne che praticano arti marziali corrono a colpire oggetti a caso.

12. Non è strano buttarsi addosso a uno sconosciuto?

Negli sport corpo a corpo come il Ju jitsu brasiliano, ti capita spesso di trovarti steso sopra qualcuno che hai appena conosciuto. E sì, può essere un po’ imbarazzante attorcigliare le tue gambe attorno a uno sconosciuto, ma è uno sport. È quello che devi fare finché sei in pedana.

13. Non è strano allenarsi con i maschi? Non si eccitano?

Anche i maschi sono lì per allenarsi. Un atleta serio non fa pensieri strani quando si allena con una donna.

14. Fai UFC?

Facciamo chiarezza una volta per tutte: l’UFC è un’organizzazione di incontri di MMA, non un’arte marziale. Puoi combattere in UFC e mettere in pratica tecniche di diverse discipline, ma non puoi fare UFC.

15. Allora, fai MMA?

Da quando l’UFC è diventata così popolare, molte scuole di arti marziali hanno cominciato ad offrire corsi di MMA, per sviluppare uno stile di combattimento ibrido. Tuttavia, chi pratica le arti marziali tradizionali si infastidisce se gli chiedi se fa MMA. Ogni disciplina è unica e difficile da imparare, quindi è riduttivo unirle tutte sotto il nome di MMA.

16. Ti piace Ronda Rousey, vero?

Essendo una donna che fa arti marziali, è normale che mi piacciano donne famose che praticano il mio stesso sport: in un certo senso è solidarietà. Alcune donne amano Ronda Rousey, altre preferiscono altre atlete che combattono in UFC. Incredibile ma vero: Ronda Rousey non è l’unica. E non è nemmeno più campionessa in carica.

17. “Le donne non si toccano”, quindi non posso allenarmi con te.

A volte questa frase viene detta da ragazzi con le migliori intenzioni. Ma molto più spesso, esce dalla bocca del presuntuoso di turno che pensa di essere molto più bravo di qualunque ragazza e che quindi sarebbe una perdita di tempo allenarsi con te. Se insiste con questa posizione, probabilmente è più scarso di te. E quindi sei tu che non vuoi perdere tempo con lui.

18. Non userò la mia massima potenza con te.

Detto dallo sbruffoncello della palestra che pensa di poterti spezzare in due se si allena come suo solito. Io di solito parto subito con una mossa di sottomissione o lo colpisco abbastanza forte da farlo riflettere: sei sicuro di volerti trattenere con me?

19. Perché non ti metti in coppia con un’altra ragazza?

Tutti si mettono a coppie per provare gli esercizi. Ti volti verso il compagno di fianco a te e lui ti fa cenno con la testa di andare a chiedere all’altra ragazza del corso, anche se tu ti alleni da un anno e lei da tre giorni. Lui si metterà in coppia con un altro ragazzo che è lì da due settimane. Così sarà un allenamento inutile per tutti. Amen.

20. Ti dispiace allenarti con la ragazza nuova?

Se è solo per questa sera va bene. Ma non voglio sprecare il mio tempo e allenarmi con lei tutte le volte. Troppo spesso alle ragazze si chiede di stare in coppia con i nuovi arrivati: bisognerebbe fare a turno.

21. Lascia che ti mostri come eseguire questa tecnica.

Ancor peggio se ad offrirsi è un ragazzo che ha cominciato a praticare questo sport dopo di te. Gli uomini amano mostrare la propria virilità spiegando alle donne come eseguire tecniche di combattimento.

Le donne che praticano arti marziali sono toste, dedite atlete talentuose, tanto quanto i loro compagni maschi. Quindi smettetela con questi stupidi pregiudizi!

Fonti

Traduzione e adattamento: Claudia Bondi

Articolo originale: “21 things women who train in martial arts are tired of hearing” pubblicato da Robin Zabiegalski il 24 gennaio 2017 su The Tempest, disponibile al link: https://thetempest.co/2017/01/24/culture-taste/21-things-women-who-train-martial-arts-are-tired-of-hearing/

Tutti i contenuti tradotti in questo sito sono e rimangono di proprietà dei rispettivi autori e si intendono tradotti come tali ai soli scopi di divulgazione e informazione.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *