I dieci acquisti di Mourinho l’anno del triplete (Pt. II)

Uno dei suoi più grandi successi da allenatore è la parentesi all’Inter, riportata al successo europeo con il celebre triplete del 2010. Lo Special One se ne andò subito dopo aver alzato la coppa dalle grandi orecchie, chiudendo in bellezza e lasciando l’Inter da leggenda.

Le vittorie arrivarono dopo un’estate di intense trattative che, considerato lo scorso calciomercato dello United, potrebbe rivelarsi interessante.

Samuel Eto’o

Non deve essere stato semplice per Mourinho vendere Zlatan Ibrahimović dopo una sola stagione insieme, ma ricevere Eto’o in cambio si è rivelato un gran bell’affare. Dopo l’Inter, il 37enne ha giocato per una sfilza di squadre e ora si trova in Qatar.

Marko Arnautović

Un nome familiare per gli appassionati di Premier League, passato da Milano in prestito nove anni fa. Il 29enne tornerà al Twente alla fine della stagione, e dopo Werder Brema e Stoke City è alla seconda stagione con il West Ham.

Wesley Sneijder

Che acquisto! Molti sostengono meritasse il Pallone d’oro nel 2010 dopo le sue prestazioni straordinarie in Champions League e ai Mondiali con l’Olanda. Dopo l’addio all’Inter non è più stato lo stesso e oggi anche lui si rilassa in Qatar.

Goran Pandev

Titolare in finale di Champions insieme a Milito ed Eto’o, è stato un elemento fondamentale della squadra di Mourinho. Tralasciando una stagione al Galatasaray, è rimasto affezionato all’Italia ed è alla sua quarta stagione al Genoa.

McDonald Mariga

Ecco un’altra comproprietà che genera un bel po’ di perplessità. Mariga è arrivato all’Inter nelle prime settimane del 2010, ha segnato un gol e si è trasferito al Parma nel 2014. Attualmente è svincolato dopo la scadenza del contratto con il Real Oviedo.

Signore e signori, qui siamo davanti a un gran bel calciomercato.

Mourinho si è assicurato l’intero reparto offensivo, il suo fuoriclasse e un difensore centrale decisivo per la stagione in una sola sessione di mercato, un dettaglio cruciale nella vittoria dei tre trofei.

Paragonando quell’estate alle difficoltà di quella appena passata allo United, una domanda sorge spontanea: lo Special One sarebbe in grado di ripetersi costruendo una squadra ultra-vincente con uno schiocco delle dita?

Fonti

Seconda parte della traduzione di Alice Bortolosso dell’articolo Jose Mourinho signed 10 players in his final year at Inter Milan – where are they now?, pubblicato su GiveMeSport il 05/10/2018.

Link all’originale: https://bit.ly/2NuHBYL

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *