L’Editoriale del Bar Sport – Non è una Champions per molli

Con l’Italia che torna in Europa, il “calcio che conta” si gode le due prestazioni maschie di Juve ed Inter, che in due partite diversamente avvincenti offrono spettacolo puro nella massima competizione continentale.

Grazie alle partite diversamente poetiche contro Spurs e Valencia nella prima giornata di Uefa Champions League, Inter e Juve hanno attirato tantissime lodi dal calcio europeo, vincendo, convincendo e dando alla nostra Serie A un’aura diversa.
I nerazzurri vincono 2-1 a San siro una gara all’insegna della forza mentale e fisica (la garra charrùùùùùùùa): passati in svantaggio al 52’ – gol di Eriksen su tiro deviato da Miranda – contro un Tottenham che sembrava in pieno controllo della gara, i ragazzi di Spalletti riescono a ribaltare la situazione nei minuti finali, grazie al gol di Icardi prima (bellissimo) e Vecino poi (sempre di testa), gli stessi protagonisti della gara contro la Lazio. Impossibile riprodurre la reazione di San Siro, una bolgia infernale con gli interisti in paradiso. Pura gioia, per gli occhi e per il cuore.

Nel video due esemplari di garrus charruosis che si esaltano nel vedere una squadra segnare un gol di testa. Eh, che potete farci. Sono fatti così.

Diversamente spettacolare, ma ugualmente eroica la prestazione degli uomini di Allegri al Mestalla: in inferiorità numerica per oltre 60’ minuti per effetto della prima espulsione nella storia di Cristiano Ronaldo in UCL, riescono nell’impresa tenere il vantaggio (rigore trasformato da Pjanic per fallo di Parejo su Cancelo, ’45) e addirittura a concretizzare il lavoro profuso in fase difensiva e gestionale con un altro gol su rigore – netto fallo di Murillo su Bonucci – sempre di Pjanic, che ha mostrato in entrambi i casi grande freddezza contro l’ex Neto. Ciliegina finale la parata di Szczesny sul terzo rigore di serata, stavolta di Parejo, concesso al ’94 per fallo di mani di Rugani (molto generoso).
In entrambe le partite la terna arbitrale è apparsa in grande confusione, o forse, per meglio dire, Inter e Juve sono apparse squadre meno protette rispetto a Tottenham e… Real, squadra sotto la quale Ronaldo difficilmente si sarebbe visto espellere per aver mimato una tirata di capelli.

Ronaldo alle lacrime al momento dell’espulsione. – @GettyImages

Non fanno invece certo lustro le partite di Roma e Napoli, più la seconda della prima, sebbene questa abbia raccolto un punto contro gli zero dei giallorossi. La Roma può dire quantomeno d’aver evaso l’esame più tosto del girone, arrivato alla prima giornata contro una squadra nettamente superiore ed un undici ancora da rodare. Diversa la situazione del Napoli, che da Belgrado doveva tornare con tre punti: in un girone di ferro con Paris Saint Germain e Liverpool la reazione dovrà essere da squadra europea per passare il turno.

“El Ropero” Santander sigla il 2-0 contro la Roma al Dall’Ara. @GettyImages

Ma stasera torna la Serie A, con di scena Inter e Fiorentina.
Nell’ultima giornata abbiamo visto i nerazzurri vincere al ’94 con un gol di Brozovic allo scadere, quasi non sapessero fare altro che giocare partire al cardiopalma.
La Juve che ha vinto 2-0 contro il Frosinone, in una partita più difficile del previsto e in cui si è messo ancora una volta in luce il talento di Bernardeschi (e offuscato quello di Dybala, forse per scelte dell’allenatore), ospita il Bologna di Pippo Inzaghi.
Il Milan – che ha vinto in EL contro i lussemburghesi del Dudelange – dopo il 2-2 interno con l’Atalanta (in gol Higuain e Bonaventura) cerca i 3 punti ad Empoli, una trasferta ostica per il bomber argentino e compagni. Il Napoli, che invece si è riscattato con una doppietta di Insigne al Torino, affronta il Parma di Inglese e Ciciretti vittorioso sul Cagliari.
Esiti non scontati quelli di questo turno infrasettimanale, in cui sicuramente vedremo tanto turnover. Grazie alle dirette dai campi sarà tutto più veloce ed emozionante, un po’ come in una giornata di Champions League.
Dovendoci accontentare, per ora, di una giornata intensa di calcio italiano, speriamo almeno che l’esito non sia banale: CRISTIANO, A QUESTO CAMPIONATO, NON FARGLI DEL MALE!!! (cit.)
Ed ecco i miei pronostici (che nessuno mi ha chiesto):

    • Juventus – Bologna 2-4, gol di Mattiello, Destro e doppietta di Santander.
    • Inter – Fiorentina non la gioco, già iniziata.
    • Udinese – Lazio 0-0: veramente mi fa troppa tristezza la Lazio e Simone Inzaghi, sembrano depressi e i loro tifosi peggio di loro. Vorrei vederli giocare in Serie B solo perché almeno avrebbero voglia di riscatto. Invece la Serie A li deprime, li lascia in questo limbo di incompiutezza totale. Mi dispiace, davvero, siete troppo malinconici.
    • Genoa – Chievo: altra eccessiva depressione, dico 1-0, gol di Piatek, almeno la gente è felice al fantacalcio.
    • Napoli – Parma, 1-1. Segna Ciciretti che fa la capriola sotto la curva del Napoli.
    • Atalanta – Torino: i tifosi del Torino sono troppo depressi pure loro, meglio un bel 4-0 così, per sicurezza.
    • Cagliari – Sampdoria: onestissimo 2-2, doppietta di Linetty e di Barella. Così.
    • Roma – Frosinone 4-4 con invasione di campo dei ciociari.
    • Spal – Sassuolo: ma non era già stata giocata?
    • Empoli – Milan: 4-2, bomber Caputo alla riscossa.
    • Ciao, alla prossima settimana.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *