Son Heung-Min: o vinci il Mondiale o vai al militare a 100 euro al mese

Solo la vittoria del Mondiale potrebbe permettere al sudcoreano Son Heung-Min di ottenere l’esenzione dal servizio militare obbligatorio nel suo Paese.

Il nome di Son è ormai noto al grande pubblico, con il giocatore che dopo essere sbocciato in Bundesliga, milita dal 2015 in Inghilterra nel Tottenham.

Sarà lui la punta di diamante della nazionale asiatica in questa Coppa del mondo.

Tuttavia, tra i tanti che puntano ad alzare la coppa più prestigiosa, l’attaccante degli Spurs si augura di vincere per una ragione ben diversa.

La conquista del Mondiale gli permetterebbe infatti di essere esentato dal servizio di leva da svolgere in patria. Se ciò non avverrà, l’ultima chiamata saranno gli Asian Games.

In Corea del Sud il militare è obbligatorio per tutti gli uomini idonei a prestare servizio. E la notorietà della stella del Tottenham non lo risparmierà comunque dal sottrarsi a questa incombenza.

Nel 2002, quando erano arrivati a giocarsi le semifinali, i giocatori della Nazionale sudcoreana erano stati esentati. In quell’occasione infatti erano tornati a casa da eroi ben sapendo che non avrebbero dovuto avventurarsi in un mondo completamente diverso e a loro sconosciuto.

images

Se la Corea non riuscisse nel miracolo mondiale, Son dovrebbe allora portare alla gloria i suoi negli Asian Games. In caso di insuccesso anche nella manifestazione continentale, tempo due anni e  il giocatore dovrà rispondere alla chiamata per servire suo Paese.

La vita per un militare in Corea del Sud non è semplice, così come non è semplice per un calciatore che in Premier League percepisce 85mila sterline al mese, andare a guadagnarne 100.

Poi c’è da sottoporsi a un brutale taglio di capelli e mangiare noodle a un ritmo sconsideratamente veloce. Non proprio una passeggiata di salute.

Non stupisce dunque l’aspetto tanto cupo di Son prima del match inaugurale del girone contro la Svezia.

Parlando prima del confronto con gli scandinavi, il gioiellino del Tottenham ha confessato di temere il peggio in vista del torneo.

“Possiamo ottenere risultati ben peggiori, per non dire umilianti, rispetto a quanto raccolto nell’edizione 2014,” ha dichiarato.

“Non voglio certo scoraggiare i ragazzi, ma dovremo metterci davvero il cuore e avere una mentalità da guerrieri. Questo discorso vale per me in primis.”

905296930.jpg.0

 

Fonti:

Traduzione: Andrea Palazzeschi

Articolo: “Son Heung-min needs World Cup win or he may have to live on £100 a month in military”

Autore: Jack Otway

Giornale: Express (UK)

Data di pubblicazione: 18 giugno 2018

Link all’originale: https://www.express.co.uk/sport/football/975855/Son-Heung-Min-World-Cup-Tottenham-Sweden-South-Korea-news

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *