In campo con i Toffees dell’Everton grazie a un robot

Lunedì sera in occasione del match di Premier League tra Everton e Newcastle è stato sperimentato un dispositivo molto speciale.

TELEMMGLPICT000161285129-xlarge_trans_NvBQzQNjv4BqfhX9qHY_3ishFbgERMVaMpqU4Fkx2L2ehMzQvaNJGw8

Commossi dallo storia di un giovane tifoso di 14 anni colpito da una grave malattia che lo costringe a letto, i Toffees hanno scelto di renderlo la loro mascotte per l’incontro che li ha visti opposti al Newcastle (vinto poi per 1 a 0). Per rendere tutto ciò possibile i dirigenti dell’Everton si sono associati a una start-up norvegese che ha inventato un particolare robot di telepresenza.

Grazie a questo piccolo strumento, portato dal capitano della squadra dei blu di Liverpool Phil Jagielka, il giovane Jack McLinden è così potuto entrare sul terreno di gioco insieme ai suoi beniamini e discutere con loro negli spogliatoi e nel tunnel tramite un sistema di microfoni.

Direttamente da camera sua, Jack ha potuto seguire il tutto grazie a un Ipad connesso a distanza al piccolo robot.

_101005832_mascot4_everton

Una première per un simile dispositivo in Inghilterra, così come “per la prima volta nella storia del calcio un robot è diventato la mascotte di una squadra”. Un bel progetto sostenuto dall’associazione WellChild che ha permesso a Jack di vivere un momento privilegiato, come dichiarato dalla madre del ragazzo che ha lasciato questo messaggio sul sito della squadra:

Avere il sostegno del team di WellChild e dell’Everton è un qualcosa di favoloso. Ciò significa che non siamo soli e isolati dal resto del mondo. Siamo davvero riconoscenti nei confronti del club che ha permesso a Jack di vivere un’esperienza unica.”

A Lione, pochi mesi fa, altri due piccoli robot avevano a loro volta permesso ad altrettanti piccoli tifosi malati di scoprire il Parc OL in occasione di un match. Quando il calcio incontra tecnologia e solidarietà.

5adef9b32000004100b8f792
LIVERPOOL, INGHILTERRA – 23 APRILE: Phil Jagielka capitano dell’Everton porta in campo il robot di telepresenza prima dell’incontro di Premier League con il Newcastle United a Goodison Park. (Photo by Everton FC via Getty Images)

Fonti

Traduzione di Andrea Palazzeschi dell’articolo di Julien Choquet “Grâce à un petit robot, un enfant malade a pu virtuellement entrer sur la pelouse avec l’équipe d’Everton”, pubblicato il 23/04/2018 su Football Stories.

 

Link all’originale: http://footballstories.konbini.com/entertainment/petit-robot-enfant-malade-entrer-pelouse-everton/

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *