Vincenzo Nibali trionfa in solitaria alla Milano-San Remo

Lo scorso 17 marzo, Vincenzo Nibali si è aggiudicato la 109esima edizione della Milano-San Remo. Il corridore della Bahrain Merida ha preso il largo sul Poggio di Sanremo e ha conservato il proprio vantaggio fino al traguardo, davanti a Caleb Ewan e ad Arnaud Démare.

L’Italia ha finalmente trovato il successore di Filippo Pozzato, ultimo vincitore italiano dal 2006. Vincenzo Nibali ha beffato i velocisti, conservando un secondo di vantaggio sull’arrivo di Via Roma e aggiudicandosi la Milano-San Remo. L’australiano Cakeb Ewan (Mitchelton-Scott), piazzatosi secondo, ha vinto la volata del gruppo davanti ad Arnaud Démare (Groupama-FDJ), terzo.

All’arrivo Nibali ha sollevato le braccia, ancora incredulo della portata del proprio exploit. Quando si è voltato, il gruppo aveva appena tagliato il traguardo, con Caleb Ewan in testa. Attaccare in solitaria sul Poggio, con il vento in faccia, per poi resistere al ritorno degli avversari.

srm_18_alt_mod1603-1024x552
Il percorso della Milano-Sanremo (fonte: milanosanremo.it)

Soltanto lui avrebbe potuto realizzare un’impresa del genere.  Dopo aver attaccato in salita e aver rotto il sorprendente indugio dei favoriti, il messinese ha scollinato in vetta al Poggio con un margine di appena una decina di  secondi. Le sue qualità di discesista gli hanno tuttavia permesso di conservare un vantaggio che si è poi rivelato decisivo sulla linea del traguardo.  Guidato da Peter Sagan in persona, il gruppo è sembrato subire una battuta d’arresto quando, sul falsopiano finale del Poggio, il campione del mondo ha chiesto un cambio al suo rivale Michal Kiatkowski. Il cambio  non è mai arrivato, ed ecco l’occasione per Nibali.

“All’inizio c’era molta pioggia, abbiamo discusso molto con Sonny Colbrelli (compagno di squadra di Nibali), mi sentivo molto bene negli ultimi quindici chilometri, e quando ho attaccato ho spinto al massimo”, ha dichiarato il corridore italiano una volta sceso dalla bici.

Come era normale che fosse, tutti gli occhi erano puntati su Peter Sagan. Il grande favorito, però, non si è mosso di un centimetro, e ha preferito mandare avanti il suo compagno Marcus Burghardt per rendere la corsa più intensa. Sagan si è svegliato in discesa, ma ormai era troppo tardi. Negli ultimi due chilometri, con ampio ritardo, il team Quick Step, guidato da Julian Alaphilippe, ha preso  il comando dell’inseguimento, con l’obbiettivo di lanciare il proprio velocista, Elia Viviani. Quest’ultimo non ha però preso la situazione in mano e si è piazzato fuori dalla top ten.

lapr1488-0027-kwf-896x504gazzetta-web
Vincenzo Nibali all’attacco sul Poggio di Sanremo (fonte: gazzetta.it)

Nella sua particolare posizione da velocista, con il capo proteso in avanti, Caleb Ewan è spuntato dal centro del gruppo, ma gli sono mancati 50 metri per poter superare Nibali sul traguardo. La presenza della formazione Groupama-FDJ negli ultimi venti chilometri sembrava preannunciare un finale a tinte blu-bianco-rosse. Arnaud Démare era in forma; il piccardo ha concluso al terzo posto, due anni dopo la sua vittoria sulla Via Roma nel 2016. Démare ha dichiarato ai microfoni del canale de “L’Equipe”: “c’è stato molto attendismo sul Poggio, davanti c’era un Bora e Sagan non si è mosso. Nibali ha attaccato al momento giusto, approfittando dell’indecisione generale, Van Avermaet e Sagan non hanno reagito. Erano tutti fermi, Cimolai (compagno di squadra di Démare), ha fatto un ultimo sforzo per cercare di recuperare, ma è mancato l’apporto delle altre squadre.”

Dopo le due vittorie al Giro d’Italia (2013 e 2016) e al Giro di Lombardia (2015 e 2017), Vincenzo ha aggiunto la Milano-San Remo al suo palmarès. Il corridore italiano si è aggiudicato tutte le corse più importanti del proprio paese. Un palmarès assolutamente completo, che conferma le caratteristiche atipiche di Nibali, capace di brillare sia nelle grandi corse a tappe che nelle classiche di un giorno.

 

Fonti dell’articolo

Titolo originale:

Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) s’impose en solitaire sur Milan-San Remo

Link all’articolo originale:

https://www.lequipe.fr/Cyclisme-sur-route/Actualites/Vincenzo-nibali-bahrain-merida-s-impose-en-solitaire-sur-milan-san-remo/885146

Traduzione:

Mattia Brizzi

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *