Non picchiate il Presidente!

Fonti giudiziarie e testimoni riportano che due funzionari amministrativi burundesi sono stati arrestati per aver “permesso” alcune entrate troppo dure ai danni del presidente Pierre Nkurunziza in occasione di una partita di calcio.

L’amministratore del comune di Kiremba nel nord del Burundi, Cyriaque Nkezabahizi, e il suo vice e assessore allo sport, Michel Mutama, sono stati rinchiusi lo scorso giovedì nella prigione di Ngozi, 130 km a nord di Bujumbura, per dei fatti legati a un incontro di calcio svoltosi il 3 febbraio.

La partita metteva di fronte l’Alléluia FC, squadra del presidente Nkurunziza, e la compagine del Kiremba. Per l’occasione i due funzionari avrebbero reclutato alcuni giocatori tra i rifugiati congolesi del campo di Musasa, a Kiremba, come si evince da alcune testimonianze telefoniche.

“A quanto pare questi Congolesi non conoscevano il presidente, che è stato più volte vittima di entrate di gioco molto dure. Nkurunziza è stato infatti attaccato ogni volta che entrava in possesso del pallone e scaraventato a terra in svariate occasioni, mentre i giocatori burundesi si guardavano bene dall’entrare a contrasto con lui”, ha riferito uno dei testimoni .

I due responsabili, per quanto membri del partito presidenziale, il CNDD-FDD, sono stati incarcerati giovedì dalla polizia e dal SNR, i servizi segreti nazionali, che fanno capo direttamente al presidente.

tackle

“I due funzionari ritenuti responsabili sono stati arrestati – e sono ancora detenuti – per congiura ai danni del Capo di Stato, su mandato del procuratore della Repubblica presso la corte d’appello a Ngozi”, ha annunciato telefonicamente all’agenzia France Presse una fonte giudiziaria, che ha preferito mantenere l’anonimato e confermato che la vicenda avesse a che fare proprio con la partita in questione.

Nkurunziza, cristiano “rinato” evangelico, passa almeno la metà del tempo in giro per il suo paese, dove gioca a calcio con l”Alléluia FC, o canta e danza con la sua corale “Komeza gusenga” (“Pregate senza sosta” in kirundi, la lingua nazionale). Partecipa anche a opere di sviluppo comunitario, durante le quali non perde occasione per dare una mano, che sia per trasportare grosse pietre o mescolare cemento e sabbia.

All’età di 54 anni, l’ex professore di educazione fisica presso l’Institut d’éducation physique et du sport dell’Université du Burundi, continua ad alternare quotidianamente calcio, nuoto o ancora ciclismo.

Solo qualche anno fa non disdegnava di scalare le montagne che separano Ngozi da Bujumbura su una strada quindi chiusa alla circolazione e riservata al suo uso esclusivo.

Il presidente del Burundi, che gioca a volte da due a tre partite settimanali, ha fatto costruire uno stadio con una capienza di oltre 9000 posti nel suo villaggio natale di Buye, situato nella provincia di Ngozi, e decine di altri impianti in tutto il paese. Di solito per compiacerlo gli avversari gli fanno segnare una o due reti. Questo almeno è quanto riferiscono i suoi detrattori, che fanno anche notare come nessun giocatore avversario osi contrastarlo seriamente in partita.

africa-burundi-maxw-654

Fonti

Traduzione di Andrea Palazzeschi dell’articolo dell’AFP intitolato “Nkurunziza “rudoyé” lors d’un match de football” pubblicato il 2 marzo 2018 su Voa Afrique.

Link all’originale: https://www.voaafrique.com/a/nkurunziza-rudoye-lors-d-un-match-de-football-deux-arrestations-au-burundi/4277916.html

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *