Ode al Napoli e all’unica vera corsa scudetto rimasta nei top 5 campionati europei

Un doveroso ringraziamento al mister Maurizio Sarri per aver lasciato aperta almeno una delle corse al titolo nelle 5 principali leghe europee.

delaurentiis.sarri.napoli.sorriso.2015.2016.750x450
Il presidente Aurelio De Laurentiis con l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri

18 punti, 13 punti, 11 punti, 9 punti

Questi sono gli abbondanti distacchi che separano attualmente i leader di 4 dei maggiori campionati europei dai loro primi inseguitori.

Bayern Monaco, Manchester City, PSG e Barcellona stanno tutti facendo il vuoto in classifica, il che significa che in Germania, Inghilterra, Francia e Spagna, il titolo è già stato  assegnato o quasi.

Ecco perché dovremmo tifare con tutto il cuore per il Napoli.

Oggi gli uomini di Maurizio Sarri guidano la Serie A con un solo punto di vantaggio sulla Juventus, pronta ad approfittare del minimo passo falso degli avversari.

Lo squadrone di Torino si è aggiudicato gli ultimi sei titoli di fila e sono in molti ora a simpatizzare per i partenopei nell’unica corsa scudetto rimasta aperta nei top 5 campionati europei.

Diego Maradona ha portato il Napoli al successo nelle stagioni 1986/87 e 1989/90, che rimangono ad oggi gli unici due scudetti messi in bacheca dal club. In termini relativi, sono degli adorabili numeri 2.

164943999-3c7e63d6-e1fc-486b-9786-b7d30b6b728f
Diego Armando Maradona, protagonista assoluto dei due scudetti partenopei

La rosa attuale tuttavia non si basa affatto su una singola individualità.

Certo, tra le proprie fila il Napoli conta il piccolo ed esplosivo Dries Mertens, l’elettrizzante Lorenzo Insigne e l’amuleto Marek Hamsik, ma i loro successi sono figli di una precisa filosofia di gioco.

Pep Guardiola ne aveva già tessuto le lodi a inizio stagione, definendola “una delle migliori squadre” con cui avesse mai incrociato i guantoni.

Questo perché Sarri, così come Guardiola, crede nella forza conquistatrice del bel calcio.

La manovra del Napoli inizia dal basso e i giocatori non rinnegano mai questo mantra. Anche il possesso palla ricorda il Manchester City, con un vergognosamente sottovalutato Jorginho a dettare i ritmi a centrocampo.

Aggiungeteci una caldissima tifoseria e una città innamorata perdutamente del pallone ed eccovi la possibile ricetta di uno degli scudetti più romantici degli ultimi tempi – anche se nulla batte il miracolo del Leicester, ovviamente.

La Juventus è il cattivo della vicenda, semplicemente per la portata del suo dominio cominciato dopo il 18esimo scudetto del Milan nel 2011. Ad oggi Paulo Dybala e Gonzalo Higuain vantano insieme la bellezza di 27 gol, rappresentando due bocche da fuoco in grado di mettere a durissima prova la resistenza partenopea.

Per il bene del calcio, spero però che a uscire vincente dallo scontro sia la truppa di Sarri.

Niente danneggia il gioco come monotonia e prevedibilità.

Il dominio assoluto di PSG, Juventus e Bayern ha tolto il divertimento a tutti gli spettatori neutrali dei rispettivi campionati, ma sulla scia del Monaco della scorsa stagione, il Napoli ha l’opportunità di rovinare la festa ai favoriti.

Se ci riusciranno, sarà un toccasana per l’immagine della Serie A all’estero. Il divario tra le grandi europee e le inseguitrici è troppo vasto e a uscirne danneggiato è il calcio in toto.

Continuerò ad ammirare da lontano le cavalcate di Manchester City, PSG, Bayern e Barcellona, ma per una lotta al cardiopalma e per assestare un colpo alla monotonia mi rivolgerò alla Serie A.

Forza Napoli, fallo per amore del calcio.

nintchdbpict000364095699
Jorginho, il playmaker azzurro

 

Fonti

Traduzione: Andrea Palazzeschi; Alice Bortolosso

Articolo: “In celebration of Napoli and the only competitive title race left in Europe’s top five leagues”

Autore: Nick Elliott

Giornale: Dream Team (online)

Data di pubblicazione: 5  febbraio 2018

Link all’originale: https://www.dreamteamfc.com/c/news-gossip/377365/napoli-europe-serie-a/

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *