Le stagioni con più goal in assoluto nella storia dell’NHL

La maggior parte dei fan di hockey si è probabilmente ritrovata in una conversazione dove qualcuno se ne è uscito dicendo “Ma tutti facevano goal negli anni 80”, senza peraltro scherzare o esagerare: nella scorsa stagione le squadre di NHL hanno registrato una media di 227 goal fatti e 227 goal subiti, con 5,5 goal in media per partita. Invece, quando Gretzky segnò 92 goal nella stagione 81-82, le squadre avevano una media di otto goal a partita.

Proprio per questo esistono le statistiche normalizzate di hockey-reference. È molto più difficile fare goal in una partita di NHL al giorno d’oggi, quindi in un certo senso, ogni goal conta di più. Queste considerazioni rendono gli impressionanti nove goal in sette partite con cui Ovechkin ha iniziato la stagione ancor più strabilianti.

Guardiamo ora ai numeri e a cosa ci dicono.

ffFonte

Quali sono le 10 migliori stagioni per numero (normalizzato) di goal segnati?

Ebbene sì: una volta normalizzate le statistiche, la stagione 2007-2008 di Alex Overchkin è la seconda migliore di sempre nella storia dell’NHL. Questo ci porta a fare diverse considerazioni.

3472607124_ed61b87094_zFonte: Flickr

Nella lista qui sopra vedrete il numero di goal segnati da ciascun giocatore, seguito dal numero normalizzato che hockey-reference.com gli assegna, assieme alla differenza tra i due. Il numero ottenuto da Gordie Howe dimostra che la normalizzazione non è pensata per imbellire i risultati dei giocatori della nostra epoca: anche all’inizio degli anni 50 era difficile segnare e di conseguenza i 49 goal in 70 partite di Howe ottengono il riconoscimento che si meritano.

Nell’NHL moderna è difficilissimo segnare 50 goal e eli ultimi tre giocatori a raggiungere questa quota sono stati Alex Ovechkin nella stagione 205-2016, Alex Oveckhin nel 2014-2016 e, a sorpresa, Alex Ovechkin nel 2013-2014. Per trovare un cognome diverso da quello di Ovechkin in questa lista dobbiamo tornare alla stagione 2011-2012, dove incontriamo i 60 goal di Steve Stamkos. Da quando nel 2005 Ovenchkin ha iniziato a giocare in NHL sono stati segnati 50 goal in una singola stagione solamente 20 volte. Di queste 20, sette appartengono a Ovenchkin.

Per quanto mi riguarda, il numero da raggiungere è un sessanta normalizzato. Solo tre giocatori sono riusciti a raggiungere questa soglia ben tre volte:

  1. Brett Hull, per tre stagioni consecutive, nel 1989-90, 90-91 e 91-92.
  2. Phile Esposito nel 1970-71, 71-72 e 73-74.
  3. Alex Ovechkin nel 2007-08, 2012-13 e 2014-15.

In questo caso dobbiamo però sottolineare che la stagione 2012-2013 è stata più breve per via del conflitto tra l’associazione giocatori e l’NHL. Nel caso la stagione fosse continuata per le canoniche 82 partite avremmo ipoteticamente potuto trovarci di fronte 54 goal segnati, per un numero normalizzato che raggiungerebbe quota 62. Follie? Forse, ma la normalizzazione di cui stiamo parlando è comunque ipotetica in un certo senso e divertirsi con statistiche e numeri non ha mai ucciso nessuno!

Il motivo per cui sto parlando così tanto di Alex Ovenchkin è perché tuttora gioca nell’NHL.  Magari non segnerà mai più 50 goal, come è successo l’anno scorso quando ha raggiunto solamente quota 33 in una stagione sottotono. Critiche a parte, siamo testimoni della nascita di una leggenda.

Il fatto che Stamkos sia nella lista la dice lunga. Gretzky e Lemieux hanno invece subito una normalizzazione più dura per via dell’epoca in cui hanno giocato ma la cosa divertente è vedere come gli 87 goal di Gretzky nella stagione 83-84 una volta normalizzati contino di più dei 92 dell’81-82. Brett Hull si merita un bell’applauso per il record assoluto realizzato nella stagione 1990-1991, grazie a 86 goal, normalizzati a 78, che gli danno così il titolo per il maggior numero di goal segnati.

9909390303_8c4a5781ef_nFonte: Flickr

Abbiamo detto che 60 è la soglia per la categoria d’eccellenza e a dir la verità altri giocatori sono riusciti a farcela senza però riuscire a guadagnarsi un posto nella top 10: Jean Beliveau (1955-56), Alex Mogilny (1992-93), Teemu Selanne (1992-93 & 1997-98), Peter Bondra (1997-98), Jaromir Jagr (1995-96) e Jarome Iginla (2001-02).

Alex Ovenchkin è certamente uno dei miglior marcatori della storia, statistiche normalizzate a parte. Chi non è d’accordo deve farsi vedere da uno bravo.

 

Traduzione: Lara Fasoli

Fonte articolo

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *