Il mondiale: chimera per l’Argentina di Messi

La albiceleste, a una giornata dalla conclusione delle qualificazioni è fuori da Russia 2018. Obbligata a vincere in Ecuador, aspettando buone notizie da Brasile-Cile, Paraguay-Venezuela e Perù-Colombia

Un altro pareggio senza gol, stavolta con il Perù, costringe l’Argentina a giocarsi tutto durante l’ultima partita contro l’Ecuador. Sbaglia ancora una volta l’albicelste, tormentata dai soliti demoni, distratta dall’inno e con le tribune che cantano l’esigenza che la fa da padrona nel Paese di Maradona. E dovrà sperare che Cile, Paraguay, Colombia o Perù, dirette concorrenti ai due posti di qualificazioni diretta e a quello bonus del ripescaggio, non la superino.

Messi veniva battezzato in una Bombonera che aveva messo il vestito buono per rendere onore all’erede di Diego, il fomento dei tifosi era incanalato tutto verso il suo numero dieci, l’unica soluzione ai tremori che causa la griglia di partenza di Russia 2018. E lui incanala tutto, è abituato, si carica la squadra sulle spalle e fa tutto: crea, finalizza, senza chiedersi se davanti a lui ci fosse Dybala, Icardi o l’inusitato Benedetto.

Il problema è che se di solito il gioco di Sampaoli non è fluido, indipendentemente dalla difesa a 3 o a 4 o dal fatto che il centrocampo lo guidi Banega o un più rigido Biglia, lo sarà ancor meno nella competizione più difficile per un calciatore dall’avvento della TV a colori. L’Argentina è sempre stata una squadra senza identità se non quella che esige impetuosamente il tifo albiceleste e che mai come oggi si avvicini alla vittoria solo grazie a un Messi senza gregari. I suoi compagni restano semplicemente in attesa del miracolo della Pulce.

Il Perù è stato impensierito solo un diagonale di Messi e un colpo di testa di Benedetto. Gli andini sono stati sempre superiori e le tribune della Bombonera rischiavano l’infarto ogni qualvolta che gli ospiti arrivavano dalle parti di Romero, grazie ai graffi di Flores e Farfán sulle fasce e alla minaccia permanente di nome Guerrero.

I padroni di casa non hanno mostrato nessuna caratteristica riconducibile a una squadra candidata ai mondiali, men che meno a una squadra guidata dal meticoloso Sampaoli. Eppure c’è da ammettere che la piazza argentina riuscirebbe a ingarbugliare qualsiasi analisi, facendola diventare una sintesi schizofrenica. Il 6 ottobre 2017 la maglia albiceleste brucia la pelle di chi la indossa. Le panchine di Dybala e Icardi, i simboli di un ricambio generazionale e senza dubbio più dotati della punta del Boca, Juniors Benedetto, ne sono una prova evidente.

Il Perù, in una posizione più comoda e in semplice attesa di infilzare il toro argentino, si è adattato e ha lasciato che il mostro argentino si avvicinasse sempre di più all’area di rigore. Se ne era reso conto Messi che in appena un quarto d’ora aveva creato 3 limpide occasioni da gol. E, forse, con un battito in meno e un Gallese meno ispirato avrebbe avuto più chances di segnare. Ma così non è stato e gli ultimi minuti hanno visto un Paese che dipendeva dall’apparizione del Papu Gómez, dai risultati dei cambi di Rigoni ed Enzo per Di María e Banega o se, come già si intuiva, dipendeva tutto dall’uomo con la fascia di capitano.

Come se si fosse trattato di una pandemia continentale, la sregolatezza regnante a Buenos Aires si è propagata anche in Cile e Colombia, dove si giocavano altre due partite fondamentali per il girone sudamericano. C’è chi parla già di una vittoria, nell’ultima giornata, dell’Argentina contro l’Ecuador, già fuori dai giochi, ma i 16 gol in 17 partite, che fanno conquistare all’Argentina il secondo posto nella speciale classifica delle squadre che meno hanno segnato nel girone (seconda solo alla Bolivia), danno molto da pensare. E, soprattutto, nemmeno vincendo l’Argentina sarebbe sicura di staccare un biglietto per Russia 2018.

12

Fonti

Traduzione: Federico Leone

Articolo originale: El Mundial ya es una quimera para la Argentina de Messi, pubblicato su abc.es il 06/10/2017, scritto da Alejandro Díaz-Agero

Link: http://www.abc.es/deportes/futbol/abci-mundial-quimera-para-argentina-messi-201710060344_noticia.html

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *